Home Albums Spill Sixteen “Let It All Hang Out”

Spill Sixteen “Let It All Hang Out”

151
0

Da Sheffield, città che ha dato i natali a Joe Cocker e Def Leppard, arriva questo giovane compo formato dalle ceneri di due gruppi locali, i Silverjet e i Violent Angel.
Dopo un EP di quattro tracce e aver aperto gli show di Tyketto, The Treatment, Warrior Soul e The Burning Crows arrivano sul mercato con un disco di dodici tracce dove i cinque ci propongono un classic rock melodico dalle tinte sudiste.

L’intro di “Doing It Tonight” sembra rubacchiato dalle ultime cose fatte da Slash, anche se la song risente più delle influenze dei Bad Company (era Brian Howe), piuttosto che della band dell’ex Guns N’ Roses.
La seguente “On My Way” e “Damned”, continuano a riportarmi alla mente album come “Here Comes Trouble“, ma con quel retrogusto che sa di Black Stone Cherry in veste melodic rock…

Con “Come With Me” si mescolano AC/DC e Silvertide, ma come se fosse suonato negli anni 80; i lentoni invece prendono il nome di “Lovedrunk” (una power ballad dal mood southern) e du “You Make Me Cry” (brano per piano e voce, un mix tra Jon Bon Jovi e Richard Marx).
Le atmosfere sudiste si fanno nuovamente sentire nelle rocciose “By You” e “One Way To Go”, mentre “Kick In the Face” mescola ancora il gruppo del New Jersey e i connazionali Thunder.

Con un sound di questo tipo ci avrei visto meglio un cantato più incisivo e sporco, meno melodico, ma in ogni caso, debutto convincente.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=70plchtnPCk&feature=youtu.be’]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.