Home Albums The Prophets Of Addiction “Babylon Boulevard”

The Prophets Of Addiction “Babylon Boulevard”

91
0

Lesli Sanders… il suo nome mi porta immediatamente alla mente il 2003 forse, quando al defunto Transilvania Live di Milano fecero la loro prima calata italica i Pretty Boy Floyd di Steve Summers… ricordo un locale pieno, scene surreali, Bibo The Sheriff, le nostre Cristina Massei e Sixxette impellicciata… ricordo il nostro sbattimento come Cathouse che ospitava la serata, il viaggio fino al Rock Planet di Pinarella di Cervia con Mattia della Hellfire che organizza le date… ricordo gli Smelly Boggs e i Naughty Whisper di supporto… ricordo diversi aneddoti e di cui non posso parlarvi, ma posso aggiungere che il buon Lesli, prima ancora che entrasse nei Pretty Boy Floyd, era già un nome noto per me, dal momento che militò in gruppi culto per la scena glam a cavallo tra anni 80 e 90 come i grandi Queeny Blast Pop, i City Gilrs’ Boys e i Talk Cheap, recentementi pubblicati dalla Damon Doll Records.

Lasciato alle spalle il tour come bassista di Marky Ramone, è tornato in studio con questo suo nuovo progetto prodotto dallo stesso Sanders e missato dal celebre bassista Phil Soussan, sposta il tiro bubblegum delle vecchie produzioni, verso uno sguaiato glam punk con un cantato in bilico tra Taime Downe e Tyla, “Kick It In” rispecchia bene quanto detto.
Dopo l’intero ascolto del CD, l’impressione avuta è positiva. I pezzi ci sono – ne cito giusto un paio per non fare l’elenco della spesa – “Hang Me Up” e “Alter Of Altercation” che hanno i giusto mix tra tiro e ruffianeria, ma anche le rimanenti tracce rimangono su buoni livelli.
Bentornato Lesli!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.