Home Albums Murder Bay “Never Was An Angel”

Murder Bay “Never Was An Angel”

87
0

Murder Bay… uno di quei nomi che saltava fuori nei primi anni 90 quando ci si scambiavano le registrazioni dei demo su cassetta… sono passati 20 anni (cazzo!) da quel periodo e mi sembrava strano che nessuno avesse ancora pensato a loro per una ristampa su CD, ma sono stato fortunatamente smentito dalla solita Eonian Records.

With heavy grooves, killer hooks, ass-kicking vocals and screaming guitar work culminating into a high-energy live show“, così vengono presentati i quattro rocker della Bay Area che vedono nella line up Paul Trombetta alla voce, Michael Karafilis alla chitarra, Bobby Reid al basso e John Link alla batteria (in seguito nei Cry Wolf).
Nel disco troviamo anche la presenza di Eric Valentine (Slash, Queens Of The Stone Age, Good Charlotte, Third Eye Blind, All-American Rejects) e Rob Beaton (Guns N’ Roses, Sea Hags, Sammy Hagar, Santana) che hanno lavorato sui loro demo e danno una marcia in più a questo disco che altrimenti risulterebbe un pò scontato. Parliamoci chiaro, non siamo di fronte ad un disco storico, ma semplicemente ad una buona band di hard rock a stelle e strisce che ha saputo scrivere delle belle composizioni per quei fan che non escono di casa se prima non si sono spruzzati un pò di lacca e non hanno indossato stivali da cowboy.

Si parte bene con le travolgenti “Land Of Plenty”, “Honey Child”, ma è alla traccia numero 3 che a mio avviso i Murder Bay suonano il loro pezzo più “commerciale“, ovvero “Outta Line”, classico yankee rock di fine ottanta. La parte centrale del CD cala di livello, tipo della lenta “Simple Man” che ne avremmo potuto farne volentieri a meno, ma si risale per fortuna nel finale con “Long Time Comin'”, con le Van Halen-iane “Got No Business”, “Song?” e la ballad “Around Again”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.