SPOTLIGHT

On Top

Recent Stories

sweet pain

Sweet Pain

Arrivavano da New York City gli Sweet Pain, gruppo che vedeva nella sue fila membri dei Saigon Saloon, Angels In Vain, LA Guns, Faster Pussycat e The Throbs.

Read More »
Seduce Motor City Glamsterz

Seduce: Motor City Glamsterz

I Seduce riuscirono a scaldare il cuore della fredda ed industriale Detroit negli anni ‘80 grazie a delle esplosive performance live e a 2 album che di Glam avevano poco e di Metal avevano tanto, forse troppo!

Read More »
London: una palestra per giovani rockstar

London: una palestra per giovani rockstar

In 42 anni di attività nessuno ha veramente creduto in loro, nemmeno chi ci suonava.
Ciò nonostante i London non si sono mai arresi e sono riusciti a dare un contributo fondamentale alla storia del Glam Metal americano lasciandoci in eredità Don’t Cry Wolf, uno degli album più rappresentativi del genere.

Read More »
Cheap And Nasty

Il buon Rock N’ Roll può essere anche Cheap And Nasty

Una sera, Nasty si presenta a casa di Timo, in Hollywood Boulevard e senza inutili parafrasi lo informa delle sue intenzioni: ‘I am putting a band togheter and you’re playing guitar in it’.
Era appena nata l’ossatura dei Cheap and Nasty ed i due si mettono subito alla ricerca di un batterista e di un bassista.

Read More »
Wildhearts: la recensione del miglior concerto che non avete mai visto

Wildhearts: la recensione del miglior concerto che non avete mai visto

L’intro, il gruppo che sale sul palco, c’è chi si fa strada per guadagnare le prime file, chi resta indietro e tira il collo per vedere meglio. Saluta buonasera, lo so che è normale farlo ma è sempre un momento un po’ sfigato, dai, cominciate, vi salutiamo dopo se ve lo meritate, ora c’è tensione e impazienza, fatevi sotto.

Read More »
The End Of The Summer Days

1991: End of the Summer days

Non avete nulla da leggere sotto il sole? Bene, Slam! vi è venuto in soccorso con uno speciale dedicato al 1991!
Tra classiconi hair metal e gruppi di serie Z, un elenco di band che di li a poco avrebbero alzato bandiera bianca a Kurt Cobain.

Read More »