25 years

Seventh Veil con Atomic Stuff

Gli hard rocker veronesi Seventh Veil hanno da poco registrato un EP, intitolato “Nasty Skin”, agli Atomic Stuff Studios di Isorella (BS). L’uscita è prevista per maggio! Per informazioni: www.reverbnation.com/seventhveil.

Bio:
I Seventh Veil nascono nell’estate del 2011 dalle ceneri dei LastRide, hard rock band di Verona.
Il nome del gruppo viene dato ai ragazzi da Nikki Sixx! Dopo un concerto tenuto al Sunset Strip Music Festival in California, Steven avvicina Nikki mentre firma autografi per i fan, domandandogli di suggerirgli un nome per la sua nuova band. Sixx senza esitare gli risponde di chiamarla Seventh Veil, come il famoso night club dove è stato registrato il videoclip di “Girls Girls Girls”.
Inizialmente il gruppo è composto dai tre ex LastRide Steven (voce), Holly (chitarra) e Gabu (chitarra), oltre che da Jeff Lee Hammer (basso) e Joe Wax (batteria). Dopo un mese di prove l’alchimia fra i cinque non si crea e così Jack (ex Hellstone ed Easy Trigger) entra al posto dell’amico Gabu.
La line-up definitiva diventa questa:
Steven Brixx, voce
Holly, chitarra 
Jack, chitarra
Jeff Lee Hammer, basso
Joe Wax, batteria
L’intenzione del gruppo è ora quella di comporre nuove canzoni (tre sono state da poco registrate ed altre sono in cantiere), e continuare a suonare qualche cover (di Guns N ‘Roses, Rev Theory, Backyard Babies e Slash ). Il primo Ep della band è stato da poco realizzato presso gli Atomic Stuff Studios di Isorella (BS) e verrà pubblicato da Atomic Stuff Records a tarda primavera 2012.
www.atomicstuff.com

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
Email
Print
Latest Posts
On Key

Related Posts

The first 21 - Nikki Sixx

Mötley Crue: in libreria “The First 21″, il nuovo libro di Nikki Sixx

E’ finalmente in Italia THE FIRST 21 – Come sono diventato Nikki Sixx, nuovo titolo della collana CHINASKI del Castello editore, che da oltre un anno racconta le vite e le carriere dei più acclamati musicisti internazionali: personaggi che hanno segnato la loro epoca con riff incendiari e canzoni epocali.

London: una palestra per giovani rockstar

London: una palestra per giovani rockstar

In 42 anni di attività nessuno ha veramente creduto in loro, nemmeno chi ci suonava.
Ciò nonostante i London non si sono mai arresi e sono riusciti a dare un contributo fondamentale alla storia del Glam Metal americano lasciandoci in eredità Don’t Cry Wolf, uno degli album più rappresentativi del genere.