25 years

“My Appetite For Destruction”, l’autobiografia di Steven Adler

Si intitola "My Appetite For Destruction", l'autobiografia di Steven Adler pubblicata dalla Chinaski Edizioni

Nei primi anni ottanta Steven Adler – insieme a quattro talentuosi ma problematici e sregolati musicisti – formò i Guns N’Roses. Il gruppo emerse dalla strada con un connubio energico di glam rock e blues che conquistò il mondo, proiettando la band a un livello di fama e successo inimmaginabili.

Ma ci fu un prezzo da pagare. Salato.
Per Adler fu la salute e la sanità mentale, una spirale di follia che culminò con l’allontanamento dal gruppo voluto dai suoi compagni. Un tradimento che lo fece precipitare in un inferno di droghe e depressione per i successivi vent’anni.
Dopo ventotto overdose, tre tentativi di suicidio, un paio d’arresti e un infarto, Steven Adler è pronto a raccontare la sua scomoda verità.
Non leggerete mai qualcosa di tanto sconvolgente ed onesto.

L’AUTORE

Steven Adler è stato il batterista dei Guns N’Roses dal 1985 al 1990. Nel 2003 formò gli Adler’s Appetite, con i quali ha realizzato un Ep e continua ad esibirsi dal vivo.
Vive a Los Angeles con sua moglie Carolina.

PAGINE 256
Editore: Chinaski
Isbn: 978-88-89966-95-2
Prezzo: 18,00
www.chinaski-edizioni.com

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
Email
Print
Latest interviews
On Key

Related Posts

Donna Cannone

Donna Cannone: pubblicano oggi il debutto omonimo

I DONNA CANNONE, gruppo svedese di rock n roll melodico, con due ex Thundermother e il leader di Soilwork/The Night Flight Orchestra Björn Strid, tra le proprie fila, pubblicano oggi l’album di debutto omonimo su Despotz Records.