25 years

Splatters “Fear Of the Park”

Gli Splatters danno alle stampe questo “Fear Of The Park” (che simpaticamente riprende il più celebre titolo degli Iron Maiden) in un momento in cui l’horror glam è a mio avviso in ribasso, per via di proposte discografiche che si rifanno troppo ai capi saldi del genere.
Queste sono tra le cause che mi hanno fatto allontanare da questo genere, perché amo Alice Cooper, i Murderdolls e prima ancora amavo i Frankenstein Drag Queens From Planet 13, ma le ultime cose che mi sono capitate di sentire di questo filone, si presentavano bene, bei suoni, bel look, blah, blah, blah… ma poche idee.

Intendiamoci, gli Splatters hanno tutto al posto giusto: sanno suonare, hanno una buona immagine, un buon concept e un paio di canzoni sopra la media (“Welcome To Zombieland” e “Sinner In Heaven”), ma arrivato a “Dark Way”, trovo che il gap per raggiungere i maestri del settore sia ancora tanto.
Vedremo in futuro se questi zombi nostrani sapranno personalizzare al meglio la loro proposta.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
Email
Print
On Key

Related Posts

Cherry St. Tom Mathers

Cherry St. & Perris Records: Tom Mathers

Usciti da poco con la ristampa del loro cd di debutto, i Cherry St. ne abbiamo approfittato per scambiare due chiacchere con il leader e fondatore Tom Mathers, ci ha parlato della nascita della band e della sua etichetta, la Perris Records.

Donna Cannone

Donna Cannone: pubblicano oggi il debutto omonimo

I DONNA CANNONE, gruppo svedese di rock n roll melodico, con due ex Thundermother e il leader di Soilwork/The Night Flight Orchestra Björn Strid, tra le proprie fila, pubblicano oggi l’album di debutto omonimo su Despotz Records.