Home Interviews Faster Pussycat

Faster Pussycat

103
0

Partiamo: che differenza c’è tra i primi Faster Pussycat e quelli di adesso ok?

Beh, è un gruppo diverso… 25, quasi 25 anni sono passati. Non è più la stessa cosa, si cresce, si cambia semplicemente, non saprei… oggi abbiamo più canzoni e nuovi musicisti, voglio dire, ormai siamo insieme da 10 anni, forse è già un pò di tempo.

OK, cosa mi puoi dire sull’evoluzione degli album? Voglio dire, il primo disco è completamente diverso dal secondo, che a sua volta è diverso dal terzo, poi ci sono i nuovi Faster Pussycat. Cosa puoi dire a riguardo?

Beh, è più o meno la stessa domanda della precedente, non voglio rischiare di ripetermi ancora una volta, ma io non rifarò mai lo stesso disco, non ho in tenzione di rifare il primo album, perché ogni volta che ne faccio uno deve essere diverso.
Una volta che registri un pezzo, poi rimane lì, sarà sempre lì. Rimarrà nel tempo ovviamente.

Qual’è l’album dei Faster Pussycat che preferisci?

Non ne ho uno. Non ce l’ho uno preferito.

Qualche canzone invece?

Non lo so. Me ne piacciono diverse, mi piacciono cose diverse in tempi diversi. Non ne ho una in particolare, non ne ho mai avute… mi piacciono tutte anche se sono cose diverse e se sono state scritte in momenti diversi della mia vita… ed è un lungo periodo, la metà della mia vita.

Mi stai dicendo che non vuoi ripeterti quindi, giusto? Quali erano le tue vecchie influenze musicali e quali solo quelle attuali quando registri una canzone?

Quando faccio un disco, non sono influenzato da nessuno. Ascolto merda, ma non voglio fare quello che dice “Oh, voglio scrivere una canzone così!“. Agli inizi, quando magari si è giovani e si vuole fare il primo disco e stai imparando a suonare, allora puoi farti influenzare, ma quando si invecchia questo non succede, scrivo solo cose che mi piacciono, capisci?

In realtà non c’è nessuno che abbia mai influenzato la mia musica sai. C’è solo della merda che entra in gioco, che si tratti di musica o semplicemente della vita, sono cose diverse che mi influenzano. Ti metti in una stanza, impari a giocare con più strumenti, lavori con i computer, i loop di batteria, le distorsioni dei bassi e la voce, sono tutte cagate che si imparano crescendo e poi vai in studio per vedere se funzionano, ma chissà cosa farò sul prossimo disco… Tutto quello che so, è che abbiamo un sacco di roba già registrata, ma non so ancora se andrà a finire sul nuovo lavoro, proprio non lo so.

Non mi faccio influenzare, ognuno di noi ascolta cose diverse, come per esempio Danny che ha scritto la nuova merda.

C’è qualche motivo per cui non suonate più “Little Dove” e “Poison Ivy”?

Suoniamo le canzoni che ci piace suonare! Penso che queste canzoni siano divertenti, ma non possiamo suonarle tutte. Ci piacerebbe suonare un po’ di quello, un po’ di questo, non si può mai sapere cosa faremo, dobbiamo solo suonare e suonare quello che ci piace e quello che ci divertente.

Non ho sentito nulla da “Whipped”, c’è qualche motivo perché non suonate nulla di questo album?

L’abbiamo suonata, l’abbiamo fottutamente suonata, abbiamo suonato “Nonstop To Nowhere” negli ultimi due tour. Abbiamo fatto “Out With A Bang”, abbiamo fatto un paio di altre canzoni anche. Non siamo mai stati qui, quindi non hai potuto sentirla.

Cosa mi dici sui nuovi membri della band?

Beh, in realtà, fucking Danny,  Chad e Xristian lavorano con me da anni. Danny e Xristian sono con me dal ’99, quindi sono 12 anni. Gli altri Faster Pussycat sono stati insieme solo per 7 anni, quindi… ma, uh, qual’era la domanda?

…Cosa mi dici sui membri della band?

Sono fottutamente pazzi, dei fottuti testoni! Li amo da morire, sono la mia famiglia! Abbiamo attraversato insieme un sacco di momenti merda negli ultimi 10 anni. Sono solo delle persone fantastiche! Io e Danny scriviamo, abbiamo scritto l’ultimo disco in studio che abbiamo fatto, è venuto con me anche nei Newlydeads, così come Xristian e Chad… Ace, il nuovo ragazzo, vediamo come va, ma sta andando abbastanza bene.

Sei rimasto in contatto con i vecchi membri dei Faster Pussycat?

Non proprio. No, non credo. Non è cattiveria, viviamo solo vite diverse. Greg non suona più, non so dove sia Eric e non mi interessa. Brent è a Las Vegas, lui ha una cover band e va piuttosto bene, ora è sposato con figli.

Un paio di anni fa ricordo di aver vista una foto con i membri originali dei Faster Pussycat con un altro singer…

Oh, era Brent, erano Brent, Eric e Brett che hanno cercato di rifare la band, ma è finito tutto velocemente. I Faster Pussycat sono la mia band. L’ho formata, ho scritto le fottute canzoni. Così ho messo fine a quella cosa con degli avvocati.

Nessuno ne ha più parlato di nuovo, giusto?

No! Possono, ma mi prenderò la loro fottuta vita! Non fisicamente, ma se succedesse mi piacerebbe citarli in giudizio. Ma non succederà, abbiamo già risolto tutto.

Una domanda molto curiosa. Ogni fan, ogni fan dei vecchi Faster Pussycat, si è chiesto il perché di questo cambiamento così drastico tra i vecchi Faster Pussycat e quello che hai fatto con i Newlydeads?

Beh, era una band diversa! Eravamo ancora rock ‘n’ roll. Siamo ancora rock’n’roll. Ascolta la merda dei Newlydeads, sono sempre dei fottuti 4/4, qualche loop, le canzoni sono fottutamente orecchiabili, accattivanti, rock ‘n’ roll, ma differenti.

Non volevo rifare la stessa fottuta cosa, sai cosa intendo… Era un’altro gruppo, era diverso, l’ho creato, ho scritto quello che volevo e non erano i Faster Pussycat. Avevo bisogno di cambiare, avevo bisogno di una pausa, di una boccata d’aria, volevo creare qualcosa di diverso. Non volevo passare la mia vita  facendo sempre la stessa cosa, quindi, non è stato così drastico, scrivevo solo stronzate diverse a modo mio… mi piace, mi piace crescere, non mi piace rimanere ancorato alle stesse cose.

C’è un nuovo progetto sui Newlydeads?

Non proprio, ci stiamo ancora lavorando a qualcosa dei Newlydeads, su stronzate che non sono mai uscite. Volevamo trasferire tutto il materiale su ADAT in digitale, c’è un sacco di roba non finita, ci sono un paio di pezzi quasi finiti non ancora mixati e un paio d’altri a cui non manca molto per essere finiti, abbiamo però lavorato sui pezzi dei Faster nell’ultimo anno e mezzo, e ora continueremo il tour, quindi quando finiremo, gli daremo un’ascolto e continueremo a lavorarci e a casa arriverà il momento in cui dirò: “Oh, ora posso scrivere, ho bisogno di un ritornello per la canzone…” o qualcosa del genere. Ma è solo un mucchio di merda a cui lavoreremo prima di tornare in Europa.

Ma a qualcosa di nuovo dei Newlydeads i dei Faster Pussycat?

Entrambi. Dei Newlydeads è tutta merda inedita fatta molto tempo fa, dobbiamo solo sceglierla e mixarla, mentre il nuovo materiale dei Faster vogliamo realizzarlo prima di febbraio, lo pubblicheremo a gennaio.

C’è qualche relazione a quello che hai fatto sull’ultimo CD?

Pardon?

C’è qualcosa di simile all’ultimo materiale realizzato?

Non lo sapremo finchè non avremo finito, dobbiamo prima finire, continuare il nostro fottuto lavoro e quello che verrà fuori, verrà fuori. Non abbiamo pianificato nulla. Abbiamo solo scritto della merda, se piace, bene, se non piace, fanculo, riprenderemo una fottuta chitarra, daremo un’altra botta, cazzo, scriveremo un’altro riff, fino a quanto non andrà bene.

Come hai trovato il nuovo ragazzo, Ace?

Non ho idea! Non ho idea! Forse l’ho incontrato in un bar o meglio, fammi pensare… LA, si sa, è un posto per fottuti musicisti che provengono da ogni parte del mondo cazzo… da qualche parte, da qualche parte, da qualche parte a Los Angeles è uscito questo giovane  ragazzo poco più che ventenne… ma è un bravo ragazzo!

Bene, le ultime parole…

Giusto, ah, fuck, non so… Sono così fottutamente felice di essere qui nel fottuto Sud America per la prima volta, dopo 24 fottuti anni dalla nostra nascita. C’è voluto molto tempo per venire qui, ma ora sono qua! Non vedo già l’ora di ritornare!

Ma è l’ultima tappa del tour?

Oh, mi piacerebbe, ma dobbiamo andare in Europa.

Sai già quando?

Penso che, non so esattamente i tempi… ce ne andiamo in, oh, ottobre. Penso che 2 tour sarebbero troppo… faremo alcune date negli Stati Uniti. So che andremo in Europa nel mese di ottobre, non so esattamente quando ma… e poi faremo questo tour nel mese di febbraio, e probabilmente torneremo negli Stati Uniti. Parleremo anche del nostro ritorno qui, dopo marzo, aprile, non so, in primavera, non so, sarà autunno qui… Così, non so, ah, e poi ancora Stati Uniti e poi spero lavoreremo su un nuovo disco, sarebbe cool.

Hai anche in programma di realizzare un album solista?

Potrebbe essere già quello proposto con i Newlydeads… E’ sempre la mia merda! Ho messo insieme un gruppo, suono quello che mi piace.

Yeah, non si sa mai…

Si, è vero, non si sa mai! Adesso abbiamo in programma un’altro fottuto album dei Faster, io e Danny ci stiamo lavorando, abbiamo già un sacco di idee e delle demo già fatte a casa… siamo costantemente impegnati alle nuove canzoni! E’ bello essere impegnati per questo!

Effettivamente è bello vedervi alle prese al nuovo disco e rivedere in giro i Faster Pussycat!

La cosa migliore sarebbe quella di uscire con un cazzo di disco e suonare in posti dove non siamo mai stati.

Ok, cool, grazie mille!

Hello!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.